A Bologna la rivisitazione artistica del concetto di “muro”, patrocinata da G DATA


Bologna- Con la mostra “The WALL” Bologna si fregia dal 24 novembre p.v. di un evento culturale particolarmente innovativo e ricco di spunti di riflessione. G DATA è onorata di patrocinare la mostra.  

Palazzo Belloni di Bologna dal 24.11. p.v. ospite di una mostra d’eccezione. “The WALL” interpretazioni dei molteplici significati del concetto di muro, analizzato nel quadro di contesti storici, politici e artistici diversi tramite installazioni interattive, realizzate da artisti di diverse epoche, da Piranesi ad Arnaldo Pomodoro, da Fontana a Christo, dai Pink Floyd alla giovane artista giapponese Hitomi Sato.

Patrocinare la mostra “The WALL” è solo la più recente delle attività culturali sostenute da G DATA, uno tra i più noti produttori di soluzioni per la tutela di dati e privacy, da tempo consapevole del ruolo fondamentale delle aziende private nella promozione della cultura. “Questo impegno ha dato origine tempo fa alla partnership tra G DATA Italia e il Teatro Comunale di Bologna”, dichiara Giulio VADA Country Manager di G DATA Italia. “Siamo onorati di promuovere anche una mostra particolarmente ricca di significati e spunti di riflessione come The WALL, a partire dal prossimo 24 novembre”.

La partnership con il Teatro di Bologna, come il patrocinio della mostra “The WALL” rappresentano per una realtà come G DATA l’opportunità di declinare al meglio il proprio desiderio di ottemperare alla propria responsabilità sociale, integrandolo nelle proprie attività di interazione con la clientela.

“L’arte è linguaggio, comunicazione e d’altronde fare impresa vuol dire fare anche cultura”, aggiunge VADA, che conferma l’intento dell’azienda di continuare a sostenere anche in futuro attività di inclusione sociale e di promozione dell’arte. Investire in cultura, e in questa mostra in particolare, supporta la strategia G DATA di radicamento e di sviluppo delle sinergie dell’azienda con il territorio, con le sue istituzioni e le sue più peculiari espressioni, uscendo dalla comfort zone rappresentata dall’area di competenza del vendor: “siamo tedeschi d’origine ma bolognesi nel cuore”, conclude VADA.

Continua a leggere

“Cyber boh” – dal 12 al 13 maggio a Bologna il più grande evento per scuole e famiglie sui pericoli del web


Due giornate gratuite di conferenze, spettacoli, laboratori e tante curiosità per accompagnare le scuole e le famiglie nella rivoluzione digitale di questi anni. Frutto della collaborazione tra G DATA, Unijunior e Leo Scienza, Cyber boh è un evento dedicato a scuole e famiglie su cyberbullismo e pericoli del web

“Con Cyber boh forniamo una risposta ai numerosi interrogativi ed al generale disorientamento che si registrano intorno al tema della sicurezza in rete, dal rischio di frodi informatiche ai pericoli connessi alla condivisione dei dati e delle immagini sui social network, dall’uso di giochi online fino al fenomeno del cyberbullismo”. Così Riccardo Guidetti, presidente dell’Associazione Culturale Leo Scienza, presenta un grande evento volto a fornire strumenti di comprensione e valutazione delle potenzialità e dei rischi della rete e dei dispositivi digitali, a consigliare corrette modalità di utilizzo di tali strumenti e a indicare strategie per aumentare la sicurezza dei giovani internauti.

Patrocinata dalla Regione Emilia Romagna e dal Comune di Bologna, e ospitata nelle bellissime aule e negli spazi del Complesso Belmeloro dell’Università di Bologna, la due giorni (12 e 13 maggio) contro i rischi del web e il cyberbullismo prevede un foltissimo calendario di spettacoli a tema, conferenze interattive con i Cyberesperti di Unijunior, oltre che laboratori aperti alle scuole e al pubblico, sviluppati su misura per i nativi digitali, sempre più giovani, come ha rilevato G DATA nel corso della propria iniziativa ‘Cyberbullismo – 0 in condotta’.

Numerose le motivazioni che hanno spinto G DATA, Unijunior e Leo Scienza a lanciare “Cyber boh”, tra cui la ormai conclamata necessità di sensibilizzare e approfondire temi sensibili per i nativi digitali, per i loro genitori e insegnanti unitamente al fatto che, a livello nazionale, siano ancora troppo poche le attività di alfabetizzazione condotte con scuole e famiglie. Motivi per cui G DATA ha accolto con entusiasmo l’iniziativa di Unijunior e Leo Scienza, come conferma Giulio Vada, Country Manager di G DATA Italia e Presidente di Assintel Emilia Romagna.

“Siamo molti lieti di affiancare entrambe le organizzazioni nella divulgazione di informazioni corrette su come tutelare al meglio le attività condotte online e l’identità digitale dei più giovani” commenta Vada. “Siamo certi che il connubio tra il nostro know-how come produttore di soluzioni per la sicurezza IT e l’esperienza di Unijunior e Leo Scienza nel rapporto con gli istituti scolastici e le famiglie sia una ricetta vincente”.

“Alla sua prima edizione, Cyber boh è un’iniziativa educativa gratuita che speriamo di poter ripetere su base annuale” commenta Guidetti. “Articolato su due giorni Cyber boh è un evento di ampio respiro che vede già coinvolti numerosissimi istituti scolastici.

Oltre 700 tra allievi e insegnanti hanno già confermato la propria presenza a Cyber boh, confidiamo di poter incontrare altrettante famiglie”.

Dettagli su Cyber boh – 12/13 maggio 2017, Bologna

Il calendario completo delle due giornate è reperibile al link:

http://bit.ly/2pwiNqD

Il modulo di registrazione per istituti scolastici è reperibile qui:

http://bit.ly/2pXJZ35

Ulteriori dettagli sull’evento sono reperibili sulla pagina di facebook dedicata all’inizativa: https://www.facebook.com/events/1654039628235472/

Continua a leggere