Utilizzabile ovunque e con qualsiasi strumento: 3CX introduce nuovi standard di fruibilità per le UC


Nuovo web client e soluzione UC fruibile con qualsiasi piattaforma on-premise, in cloud, o addirittura su MiniPC: la versione 15.5 di 3CX Phone System offre un’esperienza utente senza paragoni

LONDRA  – 3CX, produttore della soluzione di nuova generazione e software-based per le Unified Communications, rilascia oggi 3CX Phone System Versione 15.5, che assicura una fruibilità dei servizi UC ancor più rapida, sicura e affidabile. Tra le novità spiccano l’introduzione di un nuovo client per la telefonia tramite browser web, il perfezionamento della funzionalità “clicca e chiama” e nuove funzionalità per la gestione dei telefoni da tavolo e delle app gratuite per smartphone. Con la nuova versione gli utenti gestiscono chiamate in arrivo, trasferimenti di chiamata o il passaggio da una regolare chiamata ad una videoconferenza con un solo clic. Il nuovo client web vanta un’interfaccia utente particolarmente moderna ed è ottimizzato per browser basati su standard aperti come Chrome e Firefox.

 

La versione 15.5 assicura continuità alla strategia “Deploy Anywhere” di 3CX volta a garantire l’utilizzabilità delle Unified Communications con qualsiasi piattaforma e strumento. La soluzione 3CX può essere facilmente implementata su MiniPC di marchi leader come Intel, Zotac, Shuttle e Gigabyte. Consentendo l’impiego di appliance disponibili in tutto il mondo, con un servizio di assistenza tecnica locale ed acquistabili ad un prezzo molto inferiore rispetto a centralini tradizionali, la versione 15.5 si rivela ideale per uffici di piccole dimensioni che non dispongono di propri server. La versione cloud della piattaforma UC di 3CX supporta un numero ancora maggiore di operatori di servizi voce in hosting, tra cui 1&1, e può essere implementata in pochi minuti con avvalendosi del noto strumento “PBX Express” di 3CX. Da subito quindi le organizzazioni possono ospitare un sistema completo per le Unified Communications con il minimo sforzo.

Nick Galea, CEO 3CX, afferma:

“La nostra versione 15.5 rappresenta un ulteriore sviluppo della nostra strategia “Deploy Anywhere” – può essere implementata on premise, in cloud o persino su dispositivi terzi, lasciando a partner e clienti il pieno controllo dell’installazione”.

La versione 15.5 include numerose nuove funzioni e perfezionamenti, tra cui:

Videoconferenza web integrata

Il nuovo client web integra la videoconferenza. Gli utenti possono facilmente avviare una conferenza web direttamente dal client in modo trasparente e agevole, senza dover scaricare altre applicazioni o plugin, cosa non necessaria neanche per i partecipanti a distanza. 3CX è il primo fornitore di piattaforme per la telefonia IP che include il web conferencing gratuitamente nella soluzione per un massimo di 100 partecipanti contemporanei, senza alcun costo per licenze aggiuntive o impatto sullo staff IT.

Gestione delle chiamate semplificata per Deskphone o Smartphone

Il controllo del telefono da remoto è stato notevolmente perfezionato grazie allo standard uaCSTA per i telefoni da tavolo, che ora possono essere gestiti in modo affidabile indipendentemente dalla sede in cui sono impiegati o dal tipo di installazione del centralino (in cloud o presso il cliente). Anche le app 3CX per la fonia su smarphone possono essere controllate da remoto – un grande vantaggio per chi opera in mobilità.

“Click2Call” da qualsiasi CRM

L’estensione 3CX Click to Call per Google Chrome consente di effettuare una chiamata con un semplice clic dalle soluzioni CRM più popolari o applicazioni Office 365 senza installare alcun plugin. L’estensione consente anche agli utenti di comporre facilmente un numero da qualsiasi pagina web.

Ma non è tutto…

  • La nuova versione integra il modulo sviluppato per gli alberghi. Non è quindi più necessario scaricare e installare alcun componente aggiuntivo. Il modulo funziona con qualsiasi tipo di impiego del centralino (cloud o on-premise) per Windows e Linux.
  • Supporto della funzione PUSH Google Firebase, necessaria per tutti gli smartphone android di nuova generazione.
  • Conformità PCI in ambito finanziario – qualora durante la registrazione di una telefonata con il cliente vengano condivise informazioni sulle carte di credito, è possibile mettere in pausa la registrazione senza spezzarne il file.

Link & Documentazione

Manuale Amministratore

Manuale Utente

Windows

Linux

Click2Call Extension

Continua a leggere

3CX: Luci e ombre della mobile enterprise


L’enterprise mobility è la chiave del successo delle aziende nel prossimo futuro, ma solo se si minimizzano fattori che possono minarne l’efficacia.3CX-Logo-High-Resolution-1024x372
L’opinione di 3CX.

Modena – Sono numerosissimi gli istituti di ricerca indipendenti a livello globale che vedono il futuro di infrastrutture e telecomunicazioni evolversi a medio termine da “mobile friendly” a “mobile only”, specie presso quelle aziende con un management molto articolato o con numerosi collaboratori sul territorio, tra cui personale commerciale o operatori dell’assistenza tecnica. Una trasformazione che, a detta degli analisti, dovrebbe seguire lo stesso percorso tracciato da applicazioni accessibili inizialmente anche tramite web e che ora sono esclusivamente fruibili tramite web e infrastrutture accessibili anche tramite cloud oggi esclusivamente cloud-based. Più che “se”, secondo gli analisti c’è da chiedersi quando vivremo concretamente questa trasformazione.

In Italia, con l’eccezione di pochi settori di mercato tra cui quello informatico, dove già da tempo la maggior parte dei collaboratori opera per lo più da remoto, sono ancora poche le misure attuate in favore del “lavoro agile”. Tutti i settori però sono accomunati da un uso ormai imprescindibile dei dispositivi mobili, piattaforme da cui non si può che beneficiare, mettendo a frutto i vantaggi della digital transformation, tanto più necessaria alle aziende, quanto più aumenta la concorrenza internazionale.

“Dall’incremento della mobilità in azienda, che venga traslata o meno in ‘lavoro agile’, ci si aspettano risvolti estremamente positivi in termini di produttività, abbattimento dei costi e gestione della clientela, e – a lungo termine – effetti positivi anche a livello sociale, quali una riduzione del gender gap e un maggior equilibrio tra vita privata e attività professionale dei singoli collaboratori”, conferma Loris Saretta, Sales Manager Italy / Malta di 3CX, motivo per cui gli investimenti in infrastrutture e applicazioni che favoriscano l’enterprise mobility saranno forieri, secondo IDC, di un giro d’affari globale di 1.7 trilioni di dollari entro il 2020. La corsa all’enterprise mobility però presenta anche alcuni aspetti che possono ridurre se non minare l’efficacia di tali investimenti.

“Le aziende che intendono investire in enterprise mobility devono fare i conti con una realtà, che vede da un lato la necessità di ottimizzare collaborazione e comunicazione con gli impiegati remoti che sono oggettivamente più isolati rispetto alle controparti presso la sede aziendale e, dall’altro, un nuovo livello di minaccia alla riservatezza di dati e comunicazioni”, sottolinea Saretta. Fattori che, se non presi debitamente in considerazione, danno luogo ad un fallimento immediato dei progetti di incremento della mobilità.

Restringendo il campo alle soluzioni UC aziendali, l’uso degli smartphone per lo più promiscuo professionale/privato mette in difficoltà i reparti IT, che, se da un lato devono garantire la sicurezza delle conversazioni condotte tramite smartphone e dei dati a cui si accede tramite questo strumento, dall’altro devono assicurare agli utenti la libera fruibilità del proprio cellulare. Ecco perché, sempre secondo IDC, uno dei cavalli trainanti del business generato dall’incremento della mobilità saranno proprio sistemi per la messa in sicurezza e la gestione di tali dispositivi. Focalizzata da sempre sulla massima sicurezza delle conversazioni, 3CX offre alle aziende softphone client per piattaforme mobili (Android, iOS, Windows e MAC) gratuiti si collegano al centralino aziendale tramite tunnel/proxy SIP integrato, per una cifratura punto punto dei dati e delle conversazioni. Ciò implica che anche in presenza di app private e/o malevole che richiedono indiscriminatamente l’accesso ai contatti e al microfono del dispositivo, i dati e le conversazioni condotte tramite i client 3CX sono protetti.

Anche la proliferazione di app su smartphone o tablet è uno dei frutti della corsa alla mobility che indubbiamente non favorisce la semplificazione dei processi aziendali, né tantomeno consente all’impiegato di ottimizzare le proprie attività. Al contrario obbliga il collaboratore remoto, che ha oggettivamente esigenze di comunicazione molto più pressanti dei suoi pari in sede, a acrobatismi tra più applicazioni anche solo per interfacciarsi con colleghi, superiori e clienti. Se poi in azienda si impiegano sistemi CRM o ERP, accedere ai dati dei clienti da chiamare o a informazioni aggiornate e rilevanti per la telefonata da condurre, richiede in genere l’utilizzo di ulteriori app. Doversi avvalere di più app per condurre una telefonata “informata” con un cliente o per consultarne i recapiti, per avviare una videoconferenza o anche solo per sapere se un collega è reperibile risulta alla lunga oberoso, cagionando l’abbandono dei nuovi strumenti.

Con l’ultimo aggiornamento, 3CX ha reso l’integrazione dei propri client con le piattaforme mobili ancora più trasparente. Le chiamate in arrivo sui nuovi client per iOS e Android sono trattate dal sistema esattamente come le chiamate ricevute tramite rete mobile. E’ possibile rispondervi anche in presenza di blocco schermo e, qualora arrivi una chiamata su rete mobile durante la telefonata condotta tramite il client 3CX, è possibile metterla in attesa o inoltrarla alla segreteria. Allo stesso modo, trasformare una chiamata condotta con il client 3CX in una videoconferenza web è questione di un click. Niente interruzioni, niente ritardi, niente hardware o app ad hoc. I client forniscono inoltre in una singola app tutte le funzionalità UC (instant messaging, stato presenze, e servizi comfort) erogate dal centralino e offrono accesso a tutte le informazioni disponibili a sistema, tra cui rubriche e informazioni presenti nel CRM, con cui la soluzione UC di 3CX si integra nativamente e a cui trasmette automaticamente i log della chiamata, al fine di registrare l’avvenuta presa di contatto con quello specifico cliente, riducendo anche il tempo necessario per la reportistica.

“Con soluzioni UC allo stato dell’arte, sicure ed altamente interoperabili come la piattaforma 3CX, avvalersi in modo nomadico del proprio interno telefonico aziendale e di tutti i servizi UC erogati dal sistema è molto semplice, nonché sicuro. Questo è il nostro contributo attivo alla digital transformation di infrastrutture e sistemi per le telecomunicazioni, oggi sempre più mobile-driven”, conclude Saretta.

Continua a leggere

Le videoconferenze modificheranno l’assetto futuro degli uffici?


3cx-logo-high-resolution-1024x372E’ assodato ormai che l’impiego delle videoconferenze in azienda favorisca lo svecchiamento tecnologico e incrementi la produttività. In occasione del recente studio di Bluejeans Network condotto su un campione di 4000 impiegati, circa l’85% ha dichiarato che l’utilizzo delle videoconferenze assicura loro una maggior creatività nella gestione dei rapporti con colleghi e clienti. Un dato confermato anche da Harvard Business Review, che certifica come l’interazione vis-à-vis sia – di fatto – lo sprone più forte all’innovazione creativa negli uffici di oggi.

Non meraviglia quindi che le aziende, che vogliono beneficiare del valore aggiunto di una interazione personale tra gli impiegati e con i clienti, stiano spendendo su scala globale ingenti somme di denaro per offrire strumenti e strutture che incoraggino i propri impiegati a comunicare tra loro e con la clientela in modo più estemporaneo: SkullCandy, azienda svizzera nota per i suoi headsets, ha addirittura sviluppato delle scrivanie a forma di pezzi di un puzzle, quindi più facilmente componibili in un unico tavolo per riunioni. Indubbio in questo caso il contributo all’attività fisica degli impiegati, tenuti a spostare le scrivanie passando da una riunione all’altra!

Alla luce di ciò, la domanda è: se oggi è possibile condurre videoconferenze de visu gratuite persino tramite smartphone dove e quando si vuole, ha senso ridisegnare gli spazi lavorativi sperando che gli impiegati non si limitino alle sole quattro chiacchiere fatte di fianco al distributore di bevande? Le videoconferenze sono diventate strumenti facilmente fruibili per gli impiegati grazie a soluzioni UC di nuova generazione e risultano particolarmente efficaci per la cura dei rapporti con la clientela, oltre che efficienti in termini di abbattimento delle spese di trasferta, ma vengono davvero impiegate per aumentare la redditività aziendale e velocizzare i processi operativi? Sempre secondo Harward Business Review, gli impiegati che già intrattengono rapporti tra di loro conducono sorprendentemente più videoconferenze rispetto a quelli che non si vedono mai. Un incontro del tutto informale magari sul corridoio dà luogo ad una riunione, sempre vis-à-vis, tramite video.

Quanto è importante il linguaggio del corpo in una negoziazione?

Quanto è importante il linguaggio del corpo in una negoziazione?

Sono numerose le aziende che già utilizzano le videoconferenze per favorire una comunicazione diretta tra impiegati e clienti, assicurando quel tocco personale che solo un incontro de visu offre. Le soluzioni sono adottate da chi offre servizi per meglio illustrare le proprie proposte, dalle assicurazioni per analizzare insieme agli assicurati eventuali richieste di rimborso danni, anche le banche impiegano queste tecnologie per interagire con la clientela, specie quando si tratta di consulenze su eventuali investimenti, in modo da poter “interpellare” in qualsiasi momento l’esperto di settore per ulteriori delucidazioni. Chi utilizza le videoconferenze, lo fa per negoziare e chiudere delle opportunità di business, attività ben più semplici se è possibile vedere il potenziale cliente e reagire al suo linguaggio corporeo, tramite video. Allo stesso modo, il management può dare istruzioni personali al team commerciale locale fornendo loro i giusti strumenti per lavorare con i potenziali clienti. I casi d’uso di queste tecnologie sono davvero numerosi.

Ecco perché la messaggistica istantanea e le videoconferenze sono ormai priorità per la maggior parte delle aziende, e perché 3CX, produttore delle note soluzioni per le Unified Communications, ha deciso di integrare la tecnologia WebRTC nella propria piattaforma e offre funzionalità di tele- e videoconferenza tramite i softphone o client per smartphone senza costi aggiuntivi. La videoconferenza si lancia con un paio di click, e senza ulteriori indugi è possibile vedere il proprio interlocutore o aggiungere altri colleghi o partecipanti esterni alla conversazione. Per dirla con le parole degli studi precedentemente citati, 3CX è un abilitatore di creatività. Se si intente favorire tale creatività nella propria organizzazione, prima di consultare un architetto, sarebbe raccomandabile scoprire cosa può fare una soluzione di telefonia all’avanguardia per la propria azienda.

Chi è 3CX

3CX è un’azienda di canale al 100% che sviluppa e commercializza il proprio 3CX Phone System, il pluripremiato centralino IP software-based basato su standard aperti e in grado di rinnovare le telecomunicazioni sostituendo i PBX proprietari tradizionali. Con 3CX Phone System le aziende tagliano i costi delle comunicazioni e incrementano la propria produttività e mobilità.

Con il sistema di videoconferenze WebRTC integrato, i client per smartphone Android, iOS e Windows oltre a quelli per Mac e PC, il 3CX Phone System assicura alle organizzazioni la fruibilità di una soluzione completa per le Unified Communications chiavi in mano.

50.000 clienti in tutto il mondo impiegano le soluzioni 3CX, tra questi Boeing, McDonalds, Hugo Boss, Ramada Plaza Antwerp, Harley Davidson, Wilson Sporting Goods e Pepsi. Con l’intento di essere territorialmente vicini ai propri clienti, 3CX ha sedi negli Stati Uniti, Sudafrica, Russia, Gran Bretagna, Germania, Hong Kong, Italia, e Australia.

Ulteriori informazioni su 3CX sono reperibili anche su FacebookTwitter.

3CX analizza i 7 trend dell’ICT che nessuna azienda può più trascurare


3cx-logo-high-resolution-1024x372Molti produttori ICT parlano spesso di creatività e innovazione, ma a livello aziendale l’adozione di nuove tecnologie, specie nelle comunicazioni, richiede tradizionalmente tempi più lunghi rispetto al mercato consumer. Troviamo tutt’oggi fax negli uffici, sebbene chiunque – esperti inclusi – affermi che tali apparecchi sono ormai sorpassati da tempo. Ma ci sono tendenze che vale la pena analizzare, poiché non più trascurabili.

Digitalizzazione: Di rado un “buzzword” ha ottenuto livelli di attenzione come quelli tributati oggi alla digitalizzazione, che implica per il decisore IT nelle aziende una radicale trasformazione dei processi aziendali al fine di renderli “digitali” tramite l’impiego di soluzioni IT innovative, necessarie per assicurarne il funzionamento. La questione scottante in tutto questo é: le infrastrutture IT esistenti sono sufficienti per tale trasformazione digitale o è davvero necessario adottare nuove soluzioni che supportino l’attuale spinta alla fruibilità digitale di informazioni, applicazioni e sistemi?

Nick Galea

Nick Galea – CEO, 3CX


Integrazione
: Come conseguenza della digitalizzazione, nel prossimo anno le aziende dovranno inevitabilmente confrontarsi con il problema dell’integrazione. L’adattamento dell’infrastruttura IT interna diventerà un fattore critico per aziende di ogni dimensione e grado. I fornitori esterni di servizi e soluzioni sono sempre più coinvolti nell’evoluzione dei processi interni alle aziende e l’integrazione tra tutte le piattaforme sta diventano elemento chiave per il successo aziendale. I sistemi che sono integrati sia internamente sia con servizi esterni sono diventati decisivi per un raggiungimento degli obiettivi aziendali efficiente dal punto di vista dei costi operativi.

Sicurezza: La tutela dei dati e la privacy sono stati argomenti spinosi quest’anno. Con il 2015 abbiamo visto la fine dell’accordo Safe Harbor e nel 2016 incertezze in merito al nuovo accordo Privacy Shield, non ancora ufficialmente ratificato. Sono numerose le preoccupazioni riguardo alla tutela dei dati in presenza di tecnologie popolari come il cloud computing e il relativo impatto in termini legali e amministrativi. A nostro avviso, i grandi passi avanti della sicurezza IT sono la risposta a tutti questi dubbi ad ogni livello, sia politico, sia lato operatori, sia, non da ultimo, lato utenza.

Cloud-Computing: Il cloud ha ormai imboccato da tempo la strada del successo. Le ragioni di questo sono note: operare “in cloud” genera vantaggi attraverso economie di scala, in termini di costi e prestazioni. Tuttavia è un dato di fatto, che, nonostante i benefici più che convincenti, sono ancora numerose le aziende che utilizzano infrastrutture e sistemi installati presso la propria sede, proprio perché da un lato hanno remore dal punto di vista della sicurezza, dall’altro perché preferiscono non rinuciare a infrastrutture tradizionali.

Mobilità: E’ impossibile ormai immaginarsi il quotidiano senza smartphone. I dispositivi mobili hanno trovato la propria strada anche nella vita professionale e nella gestione delle comunicazioni aziendali. Molte aziende incoraggiano il BYOD come strumento per incrementare la mobilità, flessibilità e produttività degli impiegati. Di conseguenza sono molti gli operatori e i produttori che si stanno focalizzando sullo sviluppo di soluzioni per le comunicazioni tramite piattaforme mobile a livello aziendale. Non da ultimo, recenti studi certificano che nel 2016 la stragrande maggioranza delle aziende investirà nella “mobile economy”.

Video: Visitando aziende interessate alla tecnologia è difficile rinvenire nelle sale riunioni costosi tavoli in legno massiccio, vi si trovano invece hardware e sistemi per videoconferenze ancora più costosi – frutto di un trend instauratosi ormai anni fa. Le videoconferenze stanno sostituendosi ai viaggi per intrattenere meeting vis-à-vis con clienti e partner commerciali, e stanno guadagnando un alto grado di preferenza tra le diverse forme di comunicazione. Il trend che ne deriva e che ha un impatto notevole sul modo di fare videoconferenza oggi è l’uso di strumenti per le conferenze via web ed uno dei principali attori in questo ambito è la tecnologia WebRTC, le cui possibilità sono tutt’altro che esaurite. Questa tecnologia è ancora lontana dal raggiungere il proprio massimo sfruttamento, ecco perché 3CX vede un forte potenziale nell’uso di WebRTC.

Telefonia IP: tutte le strade portano a Roma, nel nostro caso alla telefonia IP, soprattutto in Germania, dove la Deutsche Telekom ha annunciato una totale conversione al Voice over IP entro il 2018, una linea seguita, sebbene in modo silenzioso, anche dai maggiori provider italiani, che pian pianino stanno sostituendo le linee tradizionali analogiche a linee telefoniche digitali erogate tramite internet. A medio e lungo termine nel futuro delle comunicazioni aziendali c’è una chiara evoluzione verso infrastrutture IP, non ci sono dubbi e non ci saranno alternative. I progressi nella telefonia IP aprono la strada a nuove forme di comunicazione, come le Unified Communications, che già oggi stanno cambiando l’intero modo di collaborare all’interno delle aziende.

Conclusioni e previsioni: il 2016 sarà un altro anno interessante per tutto il panorama ICT. Le tendenze dello scorso anno portano già ora frutti in termini di disponibilità di soluzioni e piattaforme orientate alla fruibilità del servizio più che al mero prodotto. Il 2016 sarà quindi l’anno delle «implementazioni» in cui vedremo le aziende impiegare concretamente le soluzioni nate dalle tendenze e dagli slogan trendy degli scorsi anni. Il cloud computing, la telefonia IP, e con essi le Unified Communications e WebRTC per le videoconferenze diventeranno parte integrante delle infrastrutture IT.

Quest’anno indubbiamente vedrà temi come la sicurezza IT tra le priorità di qualunque settore economico industriale. Il futuro sarà elettrizzante e i produttori come gli operatori devono prepararsi ad una dura battaglia per guadagnare la fiducia della clientela. Il vincitore sarà chi è innovativo, concentrato e focalizzato sulla qualità e sui servizi fruibili tramite il proprio portafoglio prodotti.

Continua a leggere

Magnolia Bank si lascia alle spalle una piattaforma costosissima e ingestibile per le conferenze web


3cx-logo-high-resolution-1024x372Con un pricing basato sul numero di partecipanti contemporanei e non su licenze “per utente” 3CX WebMeeting si è rivelata la soluzione per videoconferenze con il miglior rapporto prezzo / prestazioni sul mercato, oltre a rispondere appieno alle esigenze di un istituto bancario, la statunitense Magnolia Bank, che fa del servizio personale al cliente e dell’atmosfera familiare il cardine delle proprie comunicazioni.

logo_magnoliaLa Magnolia Bank, con sede centrale a Hodgenville, Kentucky, è una banca consortile indipendente che eroga con dedizione dal 1919 servizi ai propri clienti, partner e comunità. Da sempre focalizzata sulla preservazione della propria identità storica e sulla garanzia di un’esperienza unica di servizio alla clientela, l’azienda concretizza nelle interazioni quotidiane e nel proprio impegno per la comunità la propria strategia di approccio del tutto personale all’utenza. Per Magnolia Bank, impiegati, clienti e partner sono una grande famiglia, ne consegue che l’azienda attribuisce una grande importanza ad una comunicazione personale e coinvolgente. Il Web Conferencing è quindi ritenuto dagli impiegati della Magnolia Bank uno strumento imprescindibile nello svolgimento del proprio lavoro, poiché assicura il tocco personale alle comunicazioni con clienti distanti. Se da un lato quindi questa tecnologia fosse diventata essenziale per l’azienda, dall’altro il coordinatore IT dell’istituto, Geremy Farmer, era insoddisfatto della piattaforma impiegata, ritenendola eccessivamente onerosa sotto numerosi punti di vista.

Azzerare le difficoltà di fruizione e favorire la preservazione della prossimità al cliente con 3CX WebMeeting

Quando Farmer inizio a vagliare nuove soluzioni per le conferenze via web, conosceva già i prodotti 3CX: già quattro sedi della banca si erano dotate di recente del 3CX Phone System. Appresa la notizia della disponibilità del 3CX WebMeeting, la ricerca di ulteriori opzioni giunse rapidamente al termine. A fronte dell’esperienza d’uso positiva con il 3CX Phone System, Farmer era fiducioso che anche il 3CX WebMeeting avrebbe assicurato prestazioni egregie.

Una volta implementata la piattaforma 3CX WebMeeting, gli impiegati della Magnolia Bank hanno riscontrato un immediato e forte miglioramento in termini di fruibilità delle videoconferenze web e della capacità della soluzione di rispondere in modo versatile a tutte le esigenze funzionali soddisfando appieno le necessità di comunicazione dell’azienda. Grazie all’impiego di WebRTC, ad esempio, 3CX WebMeeting offre ai propri utenti un’esperienza di videoconferenze da browser a browser. WebRTC consente loro infatti di avviare e condurre videoconferenze attraverso il browser (p.es. Chrome o Firefox), azzerando i problemi cagionati dal dover previamente scaricare plug-in esterni o client ad hoc.

Inoltre, la soluzione precedente era impiegabile solo con difficoltà per via delle restrizioni sul numero di utenti. Gli impiegati dovevano condividere un unico account per l’organizzazione delle sessioni online, con le numerose complicazioni derivanti dall’obbligatoria pianificazione multireparto. Con 3CX WebMeeting ogni utente può accedere alla piattaforma con il proprio account personale e avviare una web conference, azzerando le inefficienze dovute alla disponibilità di un singolo account per l’amministrazione del calendario ed il lancio delle sessioni.

WebRTC-Android-n4-e1403082433901

3CX WebMeeting su Android, un esempio d’uso

Geremy Farmer, Coordinatore IT afferma:

“3CX WebMeeting é facile da installare, è intuitivo ed incrementa l’efficienza dell’intera organizzazione consentendoci di avviare meeting “on-demand” in qualsiasi momento. Il maggior beneficio della soluzione è la sua capacità di scalare in organizzazioni ampie quanto la nostra. 3CX WebMeeting ci permette di offrire a tutti i dipartimenti l’opportunità di pianificare autonomamente i meeting in base alle proprie esigenze specifiche senza vincoli o restrizioni dovute al numero di utenti.”

 Una soluzione per le comunicazioni economicamente efficiente

Gli esperti finanziari della Magnolia Bank sono specializzati nella consulenza al cliente su come prendere decisioni ottimali per il proprio business. Ad essi è stata data l’opportunità di applicare la propria competenza alla scelta della nuova soluzione per le conferenze web. La loro analisi ha determinato che 3CX WebMeeting era la soluzione con il miglior rapporto prezzo/prestazioni sul mercato, poiché, a differenza della soluzione precedente, il prezzo è determinato dal numero di partecipanti contemporanei. Grazie al modello di pricing basato sul numero di effettivi partecipanti e non vincolato a licenze per utente, con 3CX WebMeeting la Magnolia Bank ha tagliato i propri costi e assicura accesso alla piattaforma ad un numero di utenti illimitato, indipendentemente dal pacchetto selezionato.

Un’ulteriore taglio ai costi è garantito dalla particolare snellezza della piattaforma 3CX WebMeeting che è attualmente integrata nel centralino VoIP aziendale. In futuro la Magnolia Bank intende trasferirla nella soluzione 3CX erogata in hosting, risparmiando spazio per soluzione e log sui propri server.

Più interazione all’interno dell’istituto

La Magnolia Bank ha grandi aspettative per il proprio futuro e intende preservare il coinvolgimento personale con i propri clienti, partner e impiegati, nonostante l’evoluzione della tecnologia renda le interazioni di persona sempre meno frequenti. Con 3CX WebMeeting, Magnolia Bank può continuare ad attuare la propria strategia attraverso comunicazioni vis-à-vis, specie nei casi in cui un incontro di persona non fosse possibile.

Con 3CX WebMeeting sono aumentate anche le comunicazioni interne alla banca, esso consente infatti di tenere meeting virtuali tra i vari dipartimenti su base regolare con la massima semplicità ed efficacia. Inoltre è possibile arricchire di contenuti (presentazioni o file multimediali) il meeting: la piattaforma per le videoconferenze web di 3CX ne consente infatti il caricamento e la condivisione con un click. Anche il reparto prestiti, che ha necessità di comunicare spesso con i propri partner, potrà farlo in modo efficiente.

Con 3CX WebMeeting gli impiegati della Magnolia Bank possono apportare il proprio tocco personale a qualsiasi meeting vis-à-vis con la massima facilità e ad un prezzo accettabile. Continua a leggere

Da Lync a Skype for Business, l’opinione di 3CX


3cx-logo-high-resolution-1024x372Microsoft sostituisce Lync con Skype for Business e da mesi esperti e utenti si interrogano sulle ragioni di questo cambiamento. In molti si chiedono se con Skype for Business siano state introdotte nuove funzioni o se si tratti in realtà soltanto di una variazione di logo e layout. In passato Microsoft aveva già attuato quattro cambiamenti significativi in questo ambito, basti pensare all’evoluzione di Office Communicator, Windows Messenger, MSN Messenger, poi sostituito da Lync ed ora da Skype for Business. Quel che è certo, è che Skype for Business rappresenta un marchio ampiamente riconosciuto, grazie al successo mondiale di Skype come applicazione per chat e videochiamate.

La promessa di Skype for Business

Skype for Business è integrato con Office 365 e offre agli utenti funzioni come la visualizzazione dello stato delle presenze, messaggistica istantanea, chiamate vocali, videochiamate e conferenze online. Il layout è noto a tutti in quanto si tratta di quello classico di Skype. In occasione della conferenza annuale di Microsoft sono emersi ulteriori dettagli:

  • Il Server di Skype for Business è ora disponibile quale completamento della gamma di prodotti Windows Desktop e della versione commerciale di Office 365
  • Download automatici dei documenti a supporto delle conferenze (disponibili a breve), per avere a disposizione i contenuti più velocemente prima della chiamata
  • “In-Call-Co-Authoring”: i documenti possono essere modificati da più persone durante la telefonata
  • Presto gli sviluppatori avranno a disposizione la piattaforma “Skype Developer” per creare soluzioni specifiche per gli utenti

Nonostante la forte attenzione mediatica, Skype for Business non gode del monopolio nel mercato delle Unified Communications e, rispetto a soluzioni alternative, le pecche si intuiscono facilmente.

S4B

3CX Phone System e 3CX WebMeeting – L’alternativa

Il 3CX Phone System integra il 3CX WebMeeting, un’alternativa sicura ed efficiente ai punti deboli di Skype.

  • Non serve Skype for Business per poter utilizzare altri prodotti Microsoft – Il 3CX Phone System è un centralino software per Windows e quindi integrabile e compatibile con altri prodotti come MS Exchange, Office 365, Microsoft Dynamics o Salesforce
  • Nessun Client o Plug-In aggiuntivo: 3CX WebMeeting si basa sulla tecnologia WebRTC, perciò le videoconferenze possono essere effettuate in un batter d’occhio, senza che i partecipanti debbano disporre della stessa piattaforma, software o client. Bastano pochi click e la conferenza (telefonica o video) si avvia comodamente dal browser di internet.
  • 3CX cresce continuamente tramite partnership con operatori di telefonia VoIP di qualità, per garantire agli utenti un ottimo servizio e possibilità di scelta. Microsoft non ha stretto accordi con operatori telefonici per Skype for Business.
  • 3CX punta su standard aperti di nuova generazione e ha come obiettivo assicurare all’utente a massima compatibilità tra le diverse componenti della infrastruttura telefonica.
  • La soluzione On-Premise di 3CX e le varianti Cloud non si differenziano per il numero di funzioni, al contrario del servizio Cloud di Skype for Business, che offre meno funzioni rispetto alla versione server.
  • Qualora il server per Skype for Business risulti troppo costoso, 3CX garantisce il miglior rapporto qualità-prezzo per ogni linea di prodotti, che si tratti del 3CX Phone System, dell’On-Premise 3CX WebMeeting Server o del top di gamma 3CX Phone System Pro.

La battaglia tra i fornitori per conquistare l’utente finale avrà sempre luogo, ma ciò che è sicuro è che Microsoft non detiene più il monopolio del mercato in molte categorie IT, dove esistono numerose alternative che, come le soluzioni 3CX, utilizzano Windows. Continua a leggere

3CX vince il premio “Prodotto più Innovativo” con 3CX WebMeeting


3CX-Logo-High-Resolution-1024x3723CX, azienda sviluppatrice del centralino software di ultima generazione 3CX Phone System, ha sbaragliato i concorrenti nella categoria“Unified Communication” per il premio “Prodotto più Innovativo” con il nuovo prodotto 3CX WebMeeting. Questo è avvenuto in occasione del CeBIT 2015 di Hannover, una delle più importanti fiere IT del mondo. Il premio è stato ritirato dal CEO Nick Galea e da Markus Kogel, Sales Manager area EMEA.

IMG_1551

Monaco di Baviera, Germania  – 3CX WebMeeting è stato scelto per il suo uso innovativo della tecnologia WebRTC. WebRTC è la nuova piattaforma open standard di Google che consente agli utenti di lanciare webmeetings direttamente dal browser, senza dover scaricare ed installare nessun client. 3CX ha lanciato la versione hosted di 3CX WebMeeting nell’agosto 2014 e la versione on-premise nel febbraio 2015. Fin dal suo lancio 3CX WebMeeting ha ricevuto riscontri positivi sia dai partner che dagli utenti finali. 3CX WebMeeting è gratis fino a 10 utenti contemporanei per tutte le licenze di 3CX Phone System v12.5.

Il riconoscimento Innovationpreis-IT 2015 é assegnato da Initiative Mittelstand, noto portale on-line di informazione dedicato alle imprese di medie dimensioni che fornisce alle aziende aggiornamenti sui prodotti e le tecnologie più innovative disponibili.

Nick Galea, 3CX CEO ha detto:

“Questo premio è il riconoscimento di 3CX come un’azienda all’avanguardia nel settore della telefonia e dell’Unified Communications. Siamo i primi vendor ad offrire una soluzione di videoconferenza multi-punto su tecnologia WebRTC che è inoltre integrata con il nostro centralino senza costi aggiuntivi. Il premio “Prodotto più innovativo”, selezionato da una giuria di esperti, è un riconoscimento molto prestigioso in Germania e noi siamo molto felici del fatto che la nostra capacità di innovare venga riconosciuta all’interno del settore IT”

Il video della premiazione di 3CX in lingua originale (tedesco) è visionabile al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=1SdnGmrwJ2Y

Continua a leggere