VTech Completa l’acquisizione della tedesca Snom Technology AG


imagesBerlino, Germania e Hong Kong – La VTech Holdings Limited (VTech, HKSE: 303), leader mondiale nella produzione di telefoni cordless e di prodotti per l’apprendimento tramite piattaforme elettroniche, annuncia oggi di aver completato l’acquisizione di Snom Technology AG (Snom), pioniere e marchio leader tra i produttori di telefoni VoIP (Voice over Internet Protocol) professionali per aziende.

Il 21 ottobre 2016, le due aziende avevano annunciato la sottoscrizione di un accordo definitivo e vincolante a seguito del quale VTech avrebbe rilevato il 100% delle quote azionarie di Snom.

Risultata conforme alle condizioni legali e normative previste per tale operazione, la transazione sarà conclusa in data odierna. Con oggi, Snom é a tutti gli effetti una filiale indiretta di totale proprietà di VTech.
Continua a leggere

3CX Corporate Sponsor della Fondazione OpenStack


3cx-logo-high-resolution-1024x372Il leader delle Unified Communications integrerà OpenStack in un PBX cloud-based ad hoc

LONDRA, GB e AUSTIN, TX 3CX, produttore del noto sistema per le Unified Communications di nuova generazione basato su software 3CX Phone System, ha annunciato il proprio ingresso nella Fondazione no-profit OpenStack® quale sponsor corporate. 3CX si unisce ad un gruppo selezionato di leader tecnologici che condividono la missione della Fondazione, ossia proteggere, rafforzare e promuovere OpenStack, il sistema operativo open source per il cloud.

Come parte del suo impegno verso OpenStack, 3CX integrerà OpenStack nel suo centralino. Copenstack_logo-700x203iò consentirà alle aziende di avere il proprio centralino dedicato nel cloud, senza alcun impatto lato gestione. In ambienti multitenant, ogni istanza della soluzione 3CX nel cloud sarà separata dalle altre, assicurando alle aziende il completo controllo dei propri dati e delle proprie impostazioni.

Attraverso il suo coinvolgimento con OpenStack, 3CX mette in grado un ampio numero di fornitori di servizi virtuali in hosting di offrire le Unified Communications ai propri clienti. Trattandosi di una piattforma open source matura, i futuri partner tra i provider di servizi hosting di 3CX beneficeranno di una rapida installazione e di ampi margini.

Nick Galea - CEO, 3CX

Nick Galea – CEO, 3CX

Nick Galea, CEO di 3CX afferma:

“3CX vede un grande potenziale nella comunitá OpenStack: il nostro intento è quello di consentire alle aziende di trarre da OpenStack il maggior vantaggio possibile, offrendo loro un modo semplice, scalabile ed economico di gestire la pripria infrastruttura di telefonia hosted.”

Danny Carreno, Responsabile dell’ecosistema di OpenStack afferma:

“Siamo lietissimi di dare il benvenuto a 3CX nella comunità OpenStack quale corporate sponsor della Fondazione OpenStack. 3CX é uno dei pochissimi sponsor attualmente attivi nel settore delle Unified Communications, siamo quindi entusiasti della collaborazione e del contributo di 3CX ai progressi della comunità. La collaborazione degli ingegneri di 3CX aiuterà la nostra comunità di sviluppatori globale a portare avanti gli standard aperti di archiviazione OpenStack in ambito enterprise.”

L’obiettivo della Fondazione OpenStack é di incrementare la portata dei cloud pubblici e privati basati su OpenStack, supportando i produttori di tecnologia interessati alla piattaforma e assistendo gli sviluppatori nella produzione del miglior software per il cloud. Attualmente il progetto consta di oltre 20 milioni di linee di codice. 630 aziende supportano il progetto OpenStack e la Fondazione OpenStack conta circa 63 mila persone coinvolte attivamente nella community.

Continua a leggere

Snom Technology entra nel Gruppo VTech


snom_logoIl leader mondiale dei telefoni cordless acquisisce lo specialista tedesco del VoIP

Berlino – Hong Kong | Snom Technology AG, azienda berlinese leader a livello mondiale nella produzione di  telefoni Voice over IP (VoIP) avanzati per le aziende (www.snom.com), entrerà a far parte del Gruppo VTech (www.vtech.com). Con sede a Hong Kong, il Gruppo VTech opera a livello internazionale ed è uno dei maggiori produttori al mondo di telefoni cordless, nonché leader mondiale nel settore dei prodotti di e-learning. Entrambe le realtà auspicano chiare sinergie di respiro globale, non da ultimo in ambito commerciale e in termini di sviluppo del prodotto.

Maggiore presenza sui mercati mondiali grazie all’impegno con VTech

images“Siamo veramente lieti di avere, con Vtech, un proprietario della nostra azienda solido, internazionale e di grande successo “, così il CEO di Snom Gernot Sagl ha commentato l’impegno assunto con VTech.

“In qualità di maggior produttore di telefoni cordless al mondo e grazie alla sua profonda competenza tecnologica e alla forte presenza commerciale internazionale VTech ci offrirà un supporto decisivo nello sviluppo e nella commercializzazione di telefoni VoIP di elevatissima qualità, a tutto vantaggio dei nostri clienti, su scala globale”.

Incremento delle attività di Snom in Asia e Nord America

André Deloch, Presidente del Board di Snom, ha commentato l’acquisizione dell’azienda da parte di Vtech come segue: “La combinazione dei punti di forza di VTech e Snom favorirà il rafforzamento della posizione di mercato ed il consolidamento della leadership tecnologica di entrambe le aziende. Per le attività di Snom, la presenza di VTech avrà risvolti positivi ed immediati, soprattutto nella regione Asia/Pacifico e nel Nord America”.

Nuove sinergie per sviluppo e vendite

“Il VoIP è il futuro della comunicazione aziendale e il settore si sta già muovendo verso infrastrutture per le Unified Communications basate sul cloud”, così H. Tong, presidente di VTech Telecommunications Ltd., ha commentato l’investimento.

“In qualità di pioniere in questo campo, da molteplici anni Snom sviluppa con estremo successo nuove e moderne soluzioni basate sulle tecnologie IP che riescono a soddisfare pienamente le esigenze delle aziende a livello mondiale. L’acquisizione sarà foriera di sinergie decisive tra Snom e VTech in termini di sviluppo di hardware e software, miglioramento dell’efficienza operativa e di sfruttamento di canali commerciali più ampi per i telefoni VoIP”.

La transazione sarà soggetta all’approvazione da parte delle rispettive autorità di regolamentazione competenti.

Chi è VTech

VTech è il principale fornitore al mondo di prodotti elettronici di apprendimento per bambini, dall’infanzia fino all’età scolare, nonché il più grande produttore al mondo di telefoni cordless. L’azienda offre altresì servizi di produzione Contract di alta qualità.

Con sede a Hong Kong e innovativi impianti di produzione in Cina, VTech opera attualmente in undici paesi e regioni del mondo. Il Gruppo VTech conta circa 27.000 dipendenti, dei quali 1.500 sono specialisti impiegati in centri di ricerca e sviluppo negli Stati Uniti, in Canada, in Germania, a Hong Kong e in Cina.

L’azienda è stata fondata nel 1976 e, con i suoi sofisticati ed innovativi prodotti, è un pioniere nel campo dei giocattoli elettronici di apprendimento, che divertono e al tempo stesso incoraggiano ad imparare i bambini in tutto il mondo. VTech può contare su decenni di storia di successo ed offre una vasta gamma di prodotti di telecomunicazione che offrono ai clienti le più moderne tecnologia incorniciate da design accattivanti. VTech è anche uno dei principali fornitori al mondo di servizi di produzione elettronica, offrendo ai propri clienti soluzioni chiavi in mano in numerosissimi ambiti.

L’obiettivo di VTech è sviluppare, produrre ed offrire prodotti innovativi e di alta qualità che riducano al minimo l’impatto sull’ambiente e, allo stesso tempo, creino un reale valore sostenibile per i propri stakeholder e per la società nel suo complesso.

Per maggiori informazioni, visitare www.vtech.com.

Chi è Snom

Fondata nel 1996, Snom è una multinazionale tedesca con sede a Berlino, Germania, e rappresenta il primo marchio leader nel mondo dei telefoni VoIP professionali per le aziende. Snom conta filiali totalmente proprie negli Stati Uniti e a Taiwan, e uffici secondari in Italia, nel Regno Unito e in Francia.

L’ingegnerizzazione tedesca firmata Snom è rinomata in tutto il mondo ed è garanzia di robustezza, elevata qualità e ricchezza di funzioni per i suoi telefoni business. Tutti i dispositivi della casa Snom sono universalmente compatibili con le principali piattaforme PBX che operano secondo lo standard SIP I prodotti Snom vengono commercializzati dai suoi distributori a una rete di oltre 25.000 rivenditori a valore aggiunto in tutto il mondo.

Per maggiori informazioni, visitare www.snom.com.

 

La soluzione 3CX é il motore di PBX in a Flash 5


3cx-logo-high-resolution-1024x372PBX in a Flash ha scelto la piattaforma 3CX per Linux come base della nuova versione del suo popolare centralino VoIP.

Londra, GB – 3CX, produttore del noto sistema software-based di nuova generazione e completo per le Unified Communications 3CX Phone System annuncia che PBX in a Flash ha selezionato la piattaforma 3CX quale motore della nuova versione 5 del suo popolare centralino IP.

pbxinaflash-300x197PBX in a Flash é una soluzione VoIP che consente agli utenti e alle aziende di installare e configurare in modo semplice un centralino IP completo. La piattaforma é impiegata presso decine di migliaia di utenti e aziende in tutto il mondo e gode del supporto di un’ampia comunità fidelizzata tramite i propri forum. La precedente versione di PBX in a Flash integrava il centralino Asterisk / FreePBX, ma la nuova release 5 lo vede sostituito con la nuovissima versione per Linux della soluzione 3CX. Debian 8 é la distribuzione Linux più avanzata e trova impiego sui migliori server.

Nick Galea - CEO, 3CX

Nick Galea – CEO, 3CX

Nick Galea, CEO di 3CX afferma:

Siamo estremamente onorati di vedere la nostra soluzione integrata in PBX in a Flash 5, un centralino che si è guadagnato notorietà e rispetto sul mercato. Ottenere un tale endorsement per la versione Linux della nostra soluzione è una grande vittoria per 3CX.”

Ward Mundy, uno degli sviluppatori originari di PBX in a Flash, afferma:

A fronte dei recenti sviluppi nel marketing di FreePBX ci siamo trovati di fronte ad un bivio per la scelta del servizio core da impiegare nella nuova versione di PBX in a Flash. 3CX per Linux é una soluzione per le Unified Communications seconda a nessuno. Semplice da installare, non necessita di particolare manutenzione e assicura la massima sicurezza di fabbrica. Il sistema di licenze chiarissimo e la versione gratuita ne fanno il motore perfetto per PBX in a Flash e per i suoi utenti. Il team di sviluppo di PBX in a Flash ha scelto all’unanimità 3CX come la migliore piattaforma su cui basare la nuova release del prodotto PIAF5.”

Disponibilità:
PBX in a Flash 5 é disponibile da subito e può essere scaricato qui

A proposito di 3CX (www.3cx.it)
3CX sviluppa un centralino telefonico IP software e open standard in grado di rinnovare le telecomunicazioni e di rimpiazzare i centralini proprietari. 3CX taglia i costi telefonici ed aumenta la produttività e la mobilità aziendale. Le soluzioni 3CX sono commerciate esclusivamente attraverso il canale.
Grazie alla webconference integrata su base WebRTC, ai client per Mac e Windows ed alle app per Android, iOS e Windows phone, 3CX offre alle aziende una completa soluzione di Unified Communications subito pronta da usare.

50,000 clienti nel mondo hanno scelto 3CX, compresi, McDonalds, Hugo Boss, Ramada Plaza Antwerp, Harley Davidson, Wilson Sporting Goods e Pepsi. Presente nel mondo, 3CX ha uffici in U.S.A., Inghilterra, Germania, Hong Kong, Italia, Sud Africa, Russia e Australia. Scopri di più su 3CX su Facebook, Twitter e Google+.

Cambio gomme invernale: Oltre la metà degli italiani non lo farà


Logo_123ReifenDue sono le domande dell’indagine condotta a fine settembre dallo specialista degli pneumatici 123gomme.it su un campione rappresentativo di 1001 intervistati. Interessanti i risultati, che vedono in netta pole position le gomme “quattro stagioni” e un’importante quota di preferenze per il “fai da te” tra chi le cambia.

Come affronti il cambio gomme in generale e, nello specifico, come ti comporterai in occasione del passaggio agli pneumatici invernali? Queste le due domande a risposta unica contenute nel sondaggio condotto nelle ultime due settimane di settembre dall’istituto di ricerca indipendente Norstat, commissionato da 123gomme.it allo scopo di valutare le abitudini degli italiani che si occupano in prima persona della manutenzione della propria vettura, tra cui figura una sorprendente quota rosa del 29%.

umfrage_winterreifen

clicca per ingrandire

Il quadro emerso risulta eterogeneo, i risultati in alcuni casi sconcertanti: il 18% degli italiani, di cui quasi il 30% laureati e il 13% di chi, tra gli intervistati, risiede al Nord, ritiene ad esempio che nella maggior parte delle regioni della penisola non occorra passare alle gomme invernali, pertanto non effettuerà il cambio gomme. A questo 18% si aggiunge chi ha optato per le gomme quattro stagioni in precedenza, ossia il 33% degli intervistati. Il 49% invece passerà alle gomme invernali. Tra questi, il 13% ha dichiarato di dover acquistare nuovi pneumatici invernali e il 40% che lo fa perché preferisce evitare problemi con l’assicurazione o la polizia.

In generale il “cambio gomme”, indipendentemente dal periodo dell’anno, è gestito in modo quasi compatto attraverso l’officina di fiducia, meta preferita dall’82% degli intervistati, di cui però il 20% acquista gli pneumatici online e li immagazzina autonomamente. Il restante 18% degli intervistati, di cui uno su tre ricopre ruoli dirigenziali, le monta da solo. Sorprendente anche il fatto che il 57% di chi preferisce il “fai da te”, acquista gli pneumatici in officina!

Per quanto riguarda l’acquisto, il 18% degli intervistati preferisce avvalersi di piattaforme online. Di questi, la stragrande maggioranza (88%) si reca in officina per il montaggio, dove viene reimpostata anche la convergenza.

Continua a leggere

Adottare una strategia “single vendor” nelle UC? Questione di consapevolezza e fiducia.


3cx-logo-high-resolution-1024x372L’innegabile cambiamento di direzione e strategie nell’adozione di soluzioni next-gen per le Unified Communications verificatosi degli ultimi due anni ha un esito che non meraviglia: le implementazioni di piattaforme UC complete fornite da un solo produttore supereranno le soluzioni “composte” entro il 2017.

Modena – E’ un dato di fatto: le priorità di chi seleziona e acquista soluzioni per le Unified Communications sono cambiate. Due anni fa solo un quarto delle organizzazioni di una certa dimensione avrebbe optato per piattaforme UC prodotte da un singolo vendor. Una percentuale che ha toccato il 38% nel 2015 e che supererà il 45% nel 2016, secondo un recente studio di Nemertes Research. Con una crescita a due cifre anno su anno, il trionfo delle soluzioni UC “single vendor” sulle soluzioni “composte” è più che probabile.

Cosa é cambiato

Nei colloqui con la clientela, 3CX, produttore della nota soluzione le UC software-based 3CX Phone System, ha rilevato un chiaro incremento delle competenze dei buyer IT riguardo a vantaggi e svantaggi delle diverse piattaforme per le telecomunicazioni. Questa maggior consapevolezza, unita ad una maggior maturità del mercato e delle soluzioni, ha dato luogo ad uno spostamento delle esigenze dei potenziali fruitori delle tecnologie UC verso soluzioni che non richiedano lo spirito pionieristico degli “early adopters”, bensì siano consolidate sul campo e degne di fiducia. I “buyer” si aspettano che l’infrastruttura per le Unified Communications funzioni in modo affidabile da subito e assicuri una transizione perfetta tra telefonia IP, chat, messaggistica e fruizione di tele/videoconferenze, perché è loro chiaro che adottare le UC comporti notevoli cambiamenti, sia per lo staff tecnico, sia per l’azienda nella sua interezza, a fronte di nuovi modi molto più rapidi per comunicare e della mobilità garantita dalle UC. E’ loro altresì noto, che l’implementazione “per gradi” di singole funzionalità o strumenti UC non può che limitarne l’adozione da parte degli utenti. L’alternativa è affidare l’intera infrastruttura UC ad un solo vendor, strategia che si rivela una questione di fiducia nel vendor e nella soluzione da adottare.

46637138 - young businessman videoconferencing with colleagues on computer

Videoconferenze con 3CX WebMeeting

Un altro motivo per cui le aziende tendono ad adottare sempre più soluzioni firmate da un solo produttore è il desiderio di evitare problemi di interoperabilità, che inevitabilmente cagionano lunghi periodi di indisponibilità dei sistemi per la ricerca dell’errore ed il troubleshooting. L’interoperabilità è tra i fattori che i responsabili IT a colloquio con 3CX nominano più spesso tra le maggiori sfide nella gestione dei sistemi per le Unified Communications, cui si aggiungono la necessità di tempi più lunghi per testare le diverse soluzioni, maggiori risorse per l’implementazione e la gestione dei diversi componenti qualora si opti per una soluzione composta di elementi prodotti da più vendor.

Una soluzione “single vendor” fidata e affidabile assicura una rapida installazione, una più veloce implementazione e richiede decisamente molto meno tempo per la gestione del sistema, soprattutto si adatta a qualsiasi tipo di mercato, non è quindi necessario investire in soluzioni ad hoc per banche, retail, industria pesante o similari. Si tratta di tecnologie che stimolano la collaborazione e consentono ai colleghi di condividere le proprie idee, che sia tramite chat o con conversazioni de visu tramite videoconferenza.

Una maggior collaborazione porta ad una maggior produttività, motivo primario per cui si stima che il mercato delle soluzioni per le comunicazioni unificate avrà un volume di oltre USD 100 miliardi entro il 2023.

Continua a leggere

3CX e BT fanno squadra per proporre soluzioni VoIP innovative ai rivenditori


3cx-logo-high-resolution-1024x372LONDRA, GB –  3CX, produttore di soluzioni per le Unified Communications di nuova generazione e software-based annuncia oggi l’avvio di una nuova collaborazione con uno degli operatori telco più noti al mondo: BT.

In base a tale accordo, il centralino software firmato 3CX sarà disponibile ai rivenditori attraverso il canale Wholesale e Ventures di BT per la prima volta sul territorio britannico. Entrambe le aziende sono dell’avviso che la neonata partnership assicurerà ai rivenditori accesso a nuove opportunità di business sul mercato.

L’operatore integrerà la soluzione 3CX all’interno della propria piattaforma di SIP trunking, consentendo così ai rivenditori britannici di implementare linee SIP impiegando il centralino 3CX.

I rivenditori potranno quindi utilizzare il sistema telefonico IP di 3CX e semplificare tutte le attività di installazione e gestione dell’infrastruttura per la telefonia presso i rispettivi clienti, che beneficieranno di una forte riduzione dei costi per la migrazione da sistemi telefonici tradizionali e di un immediato incremento della produttività.

Nick Galea, CEO di 3CX afferma:

“La missione di 3CX é di offrire alle aziende un sistema telefonico all’avanguardia che non brilli solo per versatilità bensì per la sua concreta capacità di aiutare le aziende ad aumentare la propria produttività, mobilità e la soddisfazione dei propri clienti, abbattendo nel contempo anche i costi legati alle telecomunicazioni. La cooperazione con BT, uno dei leader tra le telco su scala mondiale, é molto importante per 3CX, perché assicura ai nostri clienti attuali e futuri la fruibilità di servizi VoIP di indubbia eccellenza”.

Nick Galea - CEO, 3CX

Nick Galea – CEO, 3CX

Oli Barker, Responsabile della linea di servizi Hosted presso BT Wholesale e Ventures afferma:

“Lo standard SIP può spesso essere interpretato in modi diversi. I test di interoperabilità condotti con produttori quali 3CX sono una parte essenziale del nostro servizio, necessaria per minimizzare problemi di compatibilità e tra i nostri clienti e a garantire loro il servizio di altissima qualità che si aspettano. Il sistema completo per le telecomunicazioni firmato 3CX é ora autorizzato alla connessione con la nostra piattaforma Wholesale per il SIP trunking (WSIPT)”.

Continua a leggere